Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
In evidenza

Home > In evidenza > Scuola, consapevolezza e senso civico

Scuola, consapevolezza e senso civico

di Giuseppe Lai

Il Dr. Giuseppe Lai coordinatore di Italia Più " la rivista dei comuni e del territorio" una delle testate di riferimento del Gruppo Publiscoop distribuita in direct mailing e in edicola con l'autorevole quotidiano Il Sole 24 Ore, interviene presentando la nuova edizione di dicembre 2021.

Viviamo un’epoca articolata, che sta mettendo a dura prova i sistemi sanitari ed economici di tutto il mondo. Non solo, il protrarsi della pandemia sta creando pericolose spaccature nel tessuto sociale che non lasciano presagire niente di buono. Aggressioni a giornalisti e poliziotti, invito alla disobbedienza molto spesso fomentato sui social e scene di devastazione sono immagini alle quali purtroppo ci stiamo abituando. Non è il tempo delle divisioni sociali, ma quello della consapevolezza e del senso civico che dovrebbe illuminare il nostro pensiero. Mi viene in mente, al riguardo, il discorso sulla Costituzione che Piero Calamandrei, grande studioso, politico democratico e padre della Repubblica fece nel 1955 agli studenti a Milano. Due emigranti stavano attraversando l’oceano su un piroscafo traballante. Uno di loro dormiva nella stiva e l’altro stava sul ponte, quando si accorse che c’era una gran burrasca. A questo punto, rivolgendosi al marinaio, domandò: “Ma siamo in pericolo?”. E questo rispose: “Se continua questo mare, il bastimento tra mezz’ora affonda”. Allora lui corse nella stiva a svegliare il compagno e disse: “Beppe, Beppe, se continua questo mare, tra mezz’ora il bastimento affonda!”. Beppe rispose: “Che me ne importa, non è mica mio!”.

Questa storia spiega bene perché dobbiamo superare i personalismi e maturare una visione sistemica dei problemi, c’è bisogno di creare fondamenta comuni che includano le differenze, trasformandole in ricchezza e non in motivo di scontro. La conoscenza dell’altro e dell’ambiente che ci circonda e lo sviluppo sostenibile sono l’unica strada da percorrere, se si vogliono abbattere i pregiudizi favorendo la condivisione di regole e principi comuni. Il terreno migliore per edi­ficare e sostenere il rinnovamento è senza dubbio la scuola che, sebbene bistrattata da decenni, è ancora uno dei pochi elementi di eccellenza di questo Paese e per questo deve essere sempre più supportata nel suo compito fondamentale di formare individui capaci, responsabili tali da esser chiamati cittadini.

“Trasformare i sudditi in cittadini è miracolo che solo la scuola può compiere”, così sosteneva Piero Calamandrei. E su queste riflessioni, su cui mi sono volutamente dilungato più del solito, vi invito a leggere la nostra rivista, con i suoi importanti speciali che questa volta ci porteranno in Valle d’Aosta, nel Trentino Alto Adige e nella provincia di Monza e della Brianza, oltre naturalmente al consueto focus sull’agroalimentare, nostro fiore all’occhiello che ormai tutti ci invidiano. Buone feste, buona lettura e arrivederci al prossimo anno.

Condividi su:

ARTICOLI SIMILI

Tra l’azzurro del lago e il verde delle Prealpi

La bellezza di Porlezza, rinomata meta turistica

LEGGI L'ARTICOLO
Una vista privilegiata sul lago di Como

Localita? amena tra l’azzurro dell’acqua e il verde delle montagne, si fa apprezzare anche dal mondo del cinema

LEGGI L'ARTICOLO
Gustosi, freschissimi e certificati

Il Consorzio Pescatori Goro valorizza la filiera ittica locale grazie a qualita? e riconoscibilita? territoriale, in cui la grande tradizione marinara e? ancora molto forte

LEGGI L'ARTICOLO
Il buono genuino secondo tradizione

Ingredienti controllati e di alta qualita?, selezionati con cura e lavorati con il rigore e la dedizione di un tempo: cosi? nascono i formaggi Sicla, gustosi, naturali e sani

LEGGI L'ARTICOLO
Una comunicazione integrata per la
valorizzazione territoriale e la promozione turistica

ITALIA PIÙ “La Rivista dei Comuni e del Territorio”

si conferma una straordinaria vetrina per tutti coloro che desiderano promuovere la propria immagine nei confronti di un target di lettori di prestigio. La rivista offre un sistema di comunicazione integrata, mirata e personalizzata, capace di fornire risposte “su misura” alle istanze più dettagliate per promuovere il territorio, il turismo e le eccellenze italiane del settore agroalimentare.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl